04 Ottobre 2022
News
percorso: Home > News > Calabria

Abramo customer care: la protesta dei lavoratori a Crotone, Cosenza e Catanzaro

24-02-2022 12:53 - Calabria
“Come comunicato durante le assemblee unitarie, per quanto concerne il sit-in per il sito produttivo di Settingiano, la Digos ha comunicato alle Segreterie regionali che non è possibile eseguire manifestazioni all’interno dei centri storici”. E’ quanto si legge in una nota congiunta di Slc Cgil, Fistel Cisl, UilCom Uil. “Il sit-in – scrivono le organizzazioni sindacali nel comunicato – si svolgerà, pertanto, sempre alle ore 10:30, davanti alla sede di Abramo Holding sita a Caraffa, comune in provincia di Catanzaro.

A rischio 1500 posti di lavoro
Diverse centinaia di persone stanno protestando anche a Crotone, davanti alla sede della Prefettura, in contemporanea con analoghe proteste in corso a Catanzaro e Cosenza, per chiedere una soluzione alla crisi che sta interessando, ormai da diversi mesi, l’azienda Abramo customer care dove sono a rischio oltre 1.500 posti di lavoro nel settore dei call center, mille dei quali sono a Crotone.

Nel piazzale dell’ufficio territoriale del governo, oltre ai dipendenti dell’azienda, sono arrivati studenti delle scuole superiori e semplici cittadini per manifestare il loro sostegno ai lavoratori che rappresentano un importante pezzo di economia per l’intera provincia: circa tre milioni di euro al mese di salari che verrebbero a mancare al territorio. Anche per questo la risposta della città è stata corale: da questa mattina gli esercizi commerciali hanno abbassato le loro serrande sulle quali sono comparsi cartelli con la scritta “solidarietà ai lavoratori Abramo” o anche “chiuso per Abramo”.

“Chiediamo un futuro occupazionale” Il prefetto di Crotone, Maria Carolina Ippolito, ha ricevuto una delegazione composta dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali provinciali e regionali, dal sidnaco di Crotone Vincenzo Voce, dal presidente della Provincia Sergio Ferrari, dalla deputata del M5S Elisabetta Barbuto. La riunione è ancora in corso “Siamo qui, lap e dipendenti della Abramo customer care – ripetono sul piazzale i lavoratori – per chiedere un futuro occupazionale, una regolarità contributiva. Abbiamo continuato a lavorare nonostante non prendessimo stipendi garantendo la sopravvivenza dell’azienda. Difendere il lavoro in questa azienda è importante per noi e per tutta la città perché una crisi del genere può avere un impatto devastante a livello economico e sociale”.


Fonte: Calabria7.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio

cookie