07 Ottobre 2022
News
percorso: Home > News > Politica

Alecci (PD): su PNRR auspico più coinvolgimento delle Province

14-02-2022 16:56 - Politica
Il PNRR rappresenta un’occasione imperdibile per il rilancio del Sud Italia e, in particolare, della nostra regione. Lo ricorda in una nota il consigliere regionale Ernesto Alecci. Alla necessità di un utilizzo ottimale dei fondi messi a disposizione si contrappone, però, il rischio di non riuscire a soddisfare per tempo le richieste dei vari bandi di finanziamento da parte delle amministrazioni pubbliche.

Nonostante gli strumenti messi in campo dal Governo per il reperimento di figure professionali “a tempo”, numerosi Sindaci (tra cui anche il Primo Cittadino della Capitale, Roberto Gualtieri) hanno espresso le loro perplessità riguardo l’accessibilità ai fondi e la loro gestione, soprattutto in riferimento alla ormai storica scarsezza di personale nelle piante organiche, la presenza di dipendenti non specializzati in questa attività e le difficoltà tecnologiche e strumentali.

A ciò si accompagna anche la difficoltà di fare rete per recepire finanziamenti legati a interventi più complessi, che potrebbero interessare più Comuni e diversi territori.
Con queste premesse il PNRR rischia di certificare l’ennesima occasione mancata per la Calabria, con la conseguente perdita di finanziamenti già potenzialmente stanziati. Una soluzione potrebbe essere il coinvolgimento delle Province in alcune attività di coordinamento alla progettazione “intercomunale”.

Gli enti intermedi, che oggi vivono in un “limbo istituzionale” pagando le conseguenze di una riforma incompiuta, possiedono gli spazi, il personale (da integrare con gli esperti a valere sul PNRR) e, soprattutto, l’adeguata conoscenza del territorio, e potrebbero affiancare le amministrazioni in fase di progettazione e comunicazione con l’Ente Regionale che manterrebbe, come previsto, la regia delle operazioni.

Questo nuovo scenario potrebbe facilitare il lavoro dei dipartimenti regionali evitando il rischio di “ingolfamento” delle procedure e darebbe un nuovo impulso alle Province, avviando, mi auguro, un serio e costruttivo confronto sul loro reale ruolo: non più “carrozzoni” in dissesto, ma, se occorre, enti utili e produttivi.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio

cookie