30 Settembre 2022
News
percorso: Home > News > Politica

Italia del Meridione: Vincenzo Castellano nuovo Segretario Federale

11-03-2022 12:28 - Politica
È Vincenzo Castellano, il nuovo segretario federale di L’Italia del Meridione: “Immagino una nuova Italia a trazione meridionale: il Sud deve “spingere” la ripresa e non essere più rimorchio del nostro Paese”.

Nel panorama politico si fa sempre più strada L’Italia del Meridione. Un Movimento che nasce al Sud ma che ha l'ambiziosa visione di proporsi come alternativa ai partiti centralisti, ai leader carismatici, alla politica ‘di pancia’, al regionalismo differenziato e al secessionismo inverso. Nel nome il programma di un movimento che ha, ormai, gettato le basi per un rinnovamento radicale nella politica meridionale e nel governo del Paese. Per cambiare il futuro bisogna cambiare visuale, invertire termini e prospettiva. È nell’interesse della collettività nazionale pensare al Meridione senza più questione. Si deve unire l’Italia. Ed ecco che dalla Calabria parte non un ideale ma un progetto politico che unisce le parti. Sicilia, Campania, Molise, Basilicata, Puglia e poi Sardegna, Abruzzo, Lazio, e ancora più su Veneto, Lombardia, e diverse le sezioni aperte oltreoceano. Parti politiche e rappresentanti istituzionali, molti i comuni e le fasce tricolori che hanno aderito al progetto politico, militanti e simpatizzanti, giovani e meno giovani, così com’era nelle sezioni e nei circoli a cui era affidato il compito della militanza ma anche del trasferimento delle competenze, animano IdM. Parola d’ordine: Partecipazione, politica come ragion d’esser della condivisione che guarda al bene comune, accoglienza e socialità come principio, militanza che diventa credo, competenza che è senso civico e valore delle istituzioni, territorialità come vocazione e movente di un disegno programmatico.

Ed è su queste basi che L’Italia del Meridione è impegnata in questi mesi in un rinnovamento generale. Nomina dei vertici nazionali e regionali, presentazione della carta delle idee che ne rappresenta il programma politico, dipartimenti e commissioni al lavoro su idee e azioni, interlocuzioni interpartitiche dove l’autonomia è base del dialogo, partecipazione alle competizioni elettorali sotto la propria bandiera, campagna di tesseramento e organizzazione dei Congressi regionali e poi Federale. E come più volte affermato la novità rilevante è “nel voler creare una grande forza federale così come non lo è stata nessuna forza politica in Italia”.

Il consiglio federale, riunitosi nei giorni scorsi a Roma, ha nominato Vincenzo Castellano, nuovo segretario federale di L’Italia del Meridione. Già segretario federale del movimento giovanile, Castellano si dichiara entusiasta della nomina e ringraziando per la fiducia accordatagli, afferma: “Il mio impegno è di continuare sulla strada intrapresa in questi anni e portare a compimento l’ambizioso progetto di rendere il Meridione protagonista delle decisioni politiche del governo, come parte integrante di quel grande sistema che è il Paese Italia”. “IdM deve poter far sentire la propria voce - continua il neo eletto - anche in Parlamento attraverso i suoi rappresentanti nelle diverse regioni. Questo è il momento giusto! L’Italia del Meridione è molto più di un progetto di rinnovamento politico, è il valore e l’autenticità dei nostri territori, fatti di persone, luoghi, bellezze, bisogni e necessità, peculiarità ed eccellenze”. E continua: “Ciò che da sempre ha contraddistinto il Movimento è stata la territorialità, perché abbiamo sempre creduto che sono le comunità i veri ‘soggetti sociali’. Soltanto attraverso l’ascolto e la militanza, fatta di azioni e di soluzioni, si possono superare i classici schemi della politica di Palazzo, sempre più lontana dalla realtà e dai cittadini che, ormai, si sentono orfani di quelle rappresentanze istituzionali attente ai propri bisogni”. “Questi ultimi anni, oggi ancora di più con la guerra in corso nel cuore dell’Europa, - ha aggiunto - sono stati davvero uno spartiacque e un momento di riflessione e grandi cambiamenti. L’occasione del PNRR è imperdibile, è quel nuovo Piano Marshall di cui il il Sud e l’Italia intera hanno bisogno. Non possiamo, non dobbiamo, sprecare questa occasione e i fondi messi a disposizione. Abbiamo l’occasione per investire nelle infrastrutture, nella riqualificazione energetica, nella transizione ecologica e tecnologica, nella valorizzazione del territorio. È il momento di nuove opportunità, reali e concrete, il Sud deve attrarre nuovi investimenti di produzione e di servizi. Questa è la chiave per far ripartire il Sud e di conseguenza tutta l’Italia, con l’abbattimento di ogni divario, che hanno segnato per troppo tempo le regione del Meridione". E nelle conclusioni Castellano dichiara: “L’intero coordinamento del movimento subirà un radicale rinnovamento che va proprio in questa direzione: nuova forza e nuove energie. Immagino una nuova Italia a trazione meridionale: il Sud deve “spingere” la ripresa e non essere più rimorchio del nostro Paese”.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio

cookie