21 Maggio 2024
News
percorso: Home > News > ITALIA

Moderna: “Entro il 2030 i primi vaccini contro il cancro”

09-04-2023 09:42 - ITALIA
Moderna si dice fiduciosa sul fatto che i primi vaccini per il cancro e le malattie cardiovascolari e autoimmuni possano arrivare entro la fine del 2030. Il tutto grazie all’esperienza acquisita dai vaccini anti-Covid. Lo riferisce ‘The Guardian’ che cita Paul Burton, il direttore sanitario del gruppo farmaceutico Moderna, il quale – stando a quanto a riportato dall’Adnkronos – ritiene che il gruppo sarà in grado di offrire questo tipo di trattamento in soli cinque anni. I progressi fatti grazie al successo dei vaccini mRna anti-Covid, riferisce il quotidiano britannico ‘The Guardian’, sono molto promettenti e hanno consentito alla ricerca sui vaccini contro il cancro di fare passi avanti tanto che l’equivalente di 15 anni di progressi sono avvenuti in 12-18 mesi.

I vaccini colpirebbero diversi tipi di cancroIn particolare, Moderna – che ha sviluppato uno dei vaccini più efficaci contro il Covid – sta sviluppando quelli contro il cancro che colpiscono diversi tipi di tumore. “Avremo quel vaccino e sarà altamente efficace, e salverà molte centinaia di migliaia, se non milioni di vite. Penso che saremo in grado di offrire vaccini antitumorali personalizzati contro diversi tipi di tumore alle persone di tutto il mondo”, spiega Burton.

Mantenere elevati i livelli di investimenti“ Penso che avremo terapie basate sull’mRna per malattie rare che in precedenza non erano farmacologiche, e penso che tra 10 anni ci avvicineremo a un mondo in cui è veramente possibile identificare la causa genetica di una malattia e, con relativa semplicità, andare a modificarla e ripararla usando la tecnologia basata sull’mRna”, spiega ancora Burton. Ma, rileva il quotidiano, gli scienziati avvertono che i progressi rapidi compiuti in questi ultimi tre anni, saranno sprecati se non verranno mantenuti gli alti livelli di investimenti attuali. “Negli ultimi mesi abbiamo avuto le prove che l’mRna non è solo utile per combattere le malattie infettive e il Covid. Può essere applicato a tutti i tipi di aree patologiche: cancro, malattie infettive, malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, malattie rare. Abbiamo studi in tutte queste aree e tutti sono molto promettenti”.


Fonte: Redazione

Invia i tuoi Comunicati a info@redpost.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy
 obbligatorio
cookie